Comunicati stampa

Comunicato stampa | Hélder Câmara. Il dono della profezia

Il cammino della liberazione

Il prossimo 21 settembre esce per la collana le Staffette delle Edizioni Gruppo Abele Hélder Câmara. Il dono della profezia, una testimonianza scritta da Marcelo Barros sulla vita e le azioni di una figura cruciale della Chiesa dell’America Latina.

Una Chiesa povera per i poveri

Nel 1968 a Medellín, la II Conferenza dell’episcopato dell’America Latina e dei Caraibi sancisce il vero atto della nascita di una Chiesa genuinamente latinoamericana e non più mera riproduzione del modello della Chiesa europea per quanto riguarda la problematica teologica e le proposte pastorali. Il tema centrale è il rapporto Chiesa-povertà, una povertà che viene ora considerata come la conseguenza di un sistema ingiusto e oppressivo, a cui rispondere con una prassi sociale liberatrice. Una tensione verso la liberazione e verso la giustizia, verso un modello di Chiesa autenticamente povera e slegata da ogni potere temporale. Un impegno che si riflette in maniera esplicita nel Documento di Medellín: “La Chiesa dell’America Latina, considerate le condizioni di povertà e di sottosviluppo del continente, avverte l’urgenza di tradurre questo spirito di povertà in gesti, comportamenti e norme che la rendano un segno più chiaro ed autentico del Signore.”

Hélder Câmara

Questo libro è dedicato alla figura di uno dei vescovi latinoamericani più amati, il Vescovo rosso, ma non è una biografia. È la testimonianza di un fratello, che è stato suo discepolo e collaboratore e che ha scritto queste pagine, dense di emozione e di ammirazione, per condividerne con i lettori l’eredità spirituale. Dom Hélder era tutto, era l’unità dei contrari. Era profondamente mistico e profondamente politico. Univa contemplazione e azione e aveva un senso vivo della realtà e della sua missione come discepolo di Cristo. Una vita dedicata alla caminhada, all’impegno per la liberazione, senza mai un attimo di ripensamento nonostante tale posizione gli sia valsa il rifiuto e la persecuzione da parte delle classi dominanti e della stessa gerarchia della Chiesa. “Quando io do da mangiare a un povero, tutti mi dicono santo. Ma quando chiedo perché i poveri non hanno cibo, allora tutti mi chiamano comunista”.

L’autore

Marcelo Barros, benedettino, biblista, teologo della liberazione e scrittore. È stato tra i fondatori del CEBI (Centro studi biblici), assessore della Commissione Pastorale della Terra e delle Comunità ecclesiali di base, assessore del Movimento dei SemTerra e Segretario dell’ASETT (Associazione ecumenica dei teologi e delle teologhe del Terzo mondo).

IL LIBRO